Se il compenso non è indicato la nomina è nulla.

Applicando alla lettera la previsione normativa introdotta dalla riforma del 2012, in quella parte in cui l’articolo 1129 del Codice civile ha previsto che “L’amministratore, all’atto dell’accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l’importo dovuto a titolo di compenso per l’attività svolta”